Eurobasket, l'Italia illude e poi crolla Gli azzurri battuti dalla Serbia all'esordio: 80-68

Andare in basso

Eurobasket, l'Italia illude e poi crolla Gli azzurri battuti dalla Serbia all'esordio: 80-68

Messaggio Da Leonid Reznov il Mer Ago 31, 2011 8:04 pm

Eurobasket, l'Italia illude e poi crolla Gli azzurri battuti dalla Serbia all'esordio: 80-68



MILANO - Un'Italia a due facce apre il suo complicato percorso all'Europeo di Basket. La prima partita degli azzurri a Siauliai, in Lituania, è entusiasmante per quasi tutto il primo tempo. Prova anche a giocarsela fino alla fine nel secondo, ma la distanza con la Serbia è ancora tanta. Risultato finale: 80-68. Di fronte avevano un avversario ostico, eppure nel primo tempo sembrava alla portata dei ragazzi di Pianigiani. Le tre stelle Nba non deludono. Più splendente degli altri quella di Gallinari, che realizza 15 punti, anche meglio Bargnani che ne mette a segno 20, mentre Belinelli si accontenta di 9. Eppure non bastano contro l'organico omogeneo della Serbia, orchestrato magistralmente dal coach-santone serbo Ivkovic.

L'ILLUSIONE - La Serbia comincia con il freno a mano tirato, mentre gli azzurri in difesa mostrano subito un'inedita grinta recuperando tre palle. A 6 minuti della fine del primo quarto l'Italia è già a più 9. Ma il sistema serbo è come un diesel, e quando si mette in rodaggio è poi inarrestabile. Alla fine del primo quarto ottiene la parità, ma per tutti e dieci minuti i ragazzi di Pianigiani sono rimasti davanti grazie ad un determinato Mancinelli, a cui sono andate 6 palle sotto le plance, tre delle quali convertite a canestro.

IL SONNO DEI TRE TENORI - Il primo canestro dei tre big Nba italiani in azione arriva a tre minuti dalla fine del primo quarto, ed è di Belinelli. Fino ad allora l'attenzione delle tre stelle è stato focalizzata sul gioco dei compagni, nel tentativo di metterli in palla. Gallinari apre gli spazi a Mancinelli, Belinelli trotterella e Bargnani addirittura parte dalla panchina perché Pianigiani vuole opporre al pivot del Cska Kristic il più ruvido Cusin. Ma alla fine del primo quarto i tre moschettieri sono di nuovo in campo insieme, e cominciano a giostrare in transizione infilando con Gallinari per due volte la difesa serba. La prima frazione si chiude con un più 8 inaspettato alla vigilia. Nel secondo il cambio di ritmo si sente subito. Con l'ex Treviso Markovic al posto del celebratissimo Teodosic, l'attacco serbo è più fluido mentre nell'area dei tre secondi il ventunenne Macvan e il venticinquenne Kosta Perovic sembrano fare più male alla difesa italiana del navigato Krstic (insieme ne segneranno 20 strappando 11 rimbalzi). Non basta un buon Gallinari, che macina gioco, recupera, corre, e riporta davanti i nostri. Né il ritorno di Hackett, Belinelli e Mancinelli, il punteggio alla fine del primo tempo si fissa sul 35-29 per i serbi.

IL SECONDO TEMPO COMINCIA MALE
- Alla ripresa in meno di tre minuti l'Italia incassa il peggior passivo dall'inizio del match: - 16. E peggiora fino al -18. Il gioco degli azzurri si sgonfia all'improvviso. I tre Nba italiani sembrano recitare ciascuno un monologo. Risultato: una gran confusione, mentre i Serbi infilano un parziale di 12 a 0. Ancora una volta a sbloccare la situazione ci pensa il Gallo, che si infila in area appena può. E alza la voce anche durante il time-out. Qualcosa sembra svegliarsi nel collettivo italiano che con grinta e qualche contropiede torna a meno 9 con un parziale di 9 a 0. Per poi erodere ulteriormente lo svantaggio con la zona 3-2. Fino al meno 4 alla chiusura del terzo tempo.

IL FINALE - I guai per l'Italia cominciano quando la Serbia prende confidenza con la zona. La palla gira di più, finalmente raggiunge il post alto, cosa che fa molto male alla difesa dell'Italia. Che ritorna in cinque minuti a meno 18. Quando a meno 3 minuti dalla sirena il punteggio è ancora meno 15, ma gli azzurri provano comunque a giocarsela fino in fondo. Con un discreto pressing, anche se la sensazione è che la mente fosse già anche alla sfida con la Germania di giovedì 1 settembre alle 20. Nel nostro girone, che verosimilmente sarà dominato da Francia e Serbia, in palio ci sono 3 posti per passare il turno. Con Israele e Lettonia sono quindi i tedeschi i veri avversari degli azzurri.

Antonio Castaldo

http://www.corriere.it/sport/11_agosto_31/basket-italia-serbia_45bc2c26-d3cd-11e0-85ce-5b24304f1c1c.shtml
avatar
Leonid Reznov
Admin

Messaggi : 107
Punti : 323
Reputazione : 22
Data d'iscrizione : 27.08.11
Località : Italy

Visualizza il profilo dell'utente http://navigandonelweb.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum