Cassano show a Coverciano FOTO Abbraccio e in ginocchio da Venturati

Andare in basso

Cassano show a Coverciano FOTO Abbraccio e in ginocchio da Venturati

Messaggio Da angy il Gio Set 01, 2011 4:51 pm

Cassano show a Coverciano

FOTO Abbraccio e in ginocchio da Venturati




FIRENZE - Piccolo show di Antonio Cassano per ironizzare sulla contestazione al gol in fuorigioco di Gilardino ieri in allenamento, e soprattutto su come e' stata raccontata. Un abbraccio al preparatore atletico Venturati, ieri reo di aver concesso da guardalinee il gol, e poi addirittura le scuse in ginocchio con un gesto plateale di fronte ai fotografi che ha lasciato trasparire anche rabbia. Cosi' Cassano ha cominciato l'allenamento a Coverciano.

'Vieni qua - ha detto Cassano a Venturati - abbracciamoci di fronte a tutti''. Il numero 10 azzurro, appena entrato in campo per l'allenamento del mattino a Coverciano, si e' diretto verso il preparatore atletico della Nazionale Giambattista Venturati e lo ha abbracciato 'chiamando' l'attenzione di telecamere e fotografi. Ieri l'arrabbiatura del giocatore era rivolta soprattutto verso Venturati, che da guardalinee aveva concesso il gol. Poi Cassano ha cominciato un giro di campo insieme ad alcuni compagni, sotto la guida di Venturati, interrompendo a un certo punto il suo lavoro atletico. Poi quando Prandelli ha radunato tutta la squadra sul campo per cominciare il lavoro comune, Cassano, che ha dato segni evidenti di non gradire come l'episodio di ieri era stato raccontato dai media, si e' messo in posa per un altro gesto plateale: si e' inginocchiato di fronte a Venturati sotto gli occhi dei fotografi.

IRA POI SCUSE E ABBRACCI, E' L'ITALIA DI CASSANO - Irascibile, sorridente, silenzioso, divertente, e poi affaticato, burbero, spazientito, ma anche umile, ironico, spettacolare. C'e' tutto e il contrario di tutto nel Cassano azzurro di queste ore. Decisive per il futuro dell'Italia di Prandelli, ma chissa' forse anche per il suo visto che nel Milan il posto non lo assicura nessuno e invece l'Italia riparte da lui, Fantantonio da Bari. Il quale alla vigilia della trasferta alle Far Oer ha riacceso volontariamente - anzi platealmente - i riflettori su di se', con un vero e proprio show a favore di telecamere e obiettivi e le scuse a Giambattista Venturati. Risultato, questa e' l'Italia di Cassano, questo e' Cassano per l'azzurro, prendere o lasciare: e Prandelli e' ben felice di prendere, basta trovare il modo di chieder scusa sdrammatizzando. Il preparatore atletico della nazionale ieri era stato bersaglio di una contestazione, in allenamento e anche alla fine, da parte di Cassano. Consueti scatti d'ira di chi non ci sta a perdere neanche in allenamento, la convinzione di chi anche all'interno della nazionale voleva ridimensionare l'episodio ripreso dalle tv; normale, ma sopra le righe nei toni, per chi invece a Cassano rimprovera di passare per eccessivo anche per banalita' del genere. L'eco che l'episodio ha avuto non deve essere piaciuto neanche al ct - che come al solito ha parlato con i giocatori prima dell'allenamento, presente Riva -, se come ha rivelato Maggio le scuse di Cassano non sono state solo uno show sul campo di Coverciano, ma erano state precedute anche da un abbraccio del giocatore al preparatore nello spogliatoio, di fronte a tutti. ''Gesto per i media? No, lo ho fatto per la squadra, anche negli spogliatoi'', ha rivelato il terzino del Napoli. ''Ma no, era per voi - ha ribattuto Chiellini - Guardate che il clima e' sereno, ci mancherebbe visti gli ultimi risultati qui in nazionale''. Ci aveva riso anche Pirlo, ieri, parlando di qualche compagno di squadra ''incazzato'': descrizione in linea con i toni di Cassano a Venturati, tanto che dallo staff azzurro era partito anche uno scherzoso 'vuoi la scorta'' al preparatore. Ancora piu' ironica la via scelta da Cassano per rispondere ai critici e chiudere il caso all'interno dello spogliatoio. ''Vieni qui, abbracciamoci davanti a tutti'', ha detto ad alta voce stamattina, entrando sul terreno di gioco di Coverciano e correndo verso Venturati. Il quale e' stato al gioco, poi ha cominciato a fischiare i tempi della corsa di riscaldamento Per Gilardino e Cassano. Il n.10 e' pero' tornato nello spogliatoio prima del compagno, si e' lasciato scappare parole di rabbia verso i media che lo avevano tacciato di litigiosita', e poi si e' tolto bruscamente dall'orecchio l'apparecchio fissato per i test medico-fisici. ''Sono stanco, non mi va 'sta roba''. Ma non era finita li'. Quando Prandelli ha poi radunato la squadra attorno a se', per dare il via alla sessione del mattino, Cassano ha offerto il meglio: in ginocchio davanti a Venturati, prima le mani giunte in segno di perdono poi le braccia aperte per l'abbraccio. Prendere o lasciare.





http://www.ansa.it

avatar
angy

Messaggi : 28
Punti : 90
Reputazione : 6
Data d'iscrizione : 27.08.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum